Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

U2 The Joshua Tree Tour 2017

Setlist, articoli, video e foto del tour celebrativo dei 30 anni di The Joshua Tree

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Songs of Innocence, U2 Innocence + Experience Tour

Le influenze di un’epoca continuano a formare il suono degli U2

Inserito da on luglio 17 – 17:05 | 300 visite

Nel 1978, i Ramones, la band punk-rock d’avanguardia, suonò a Dublino per la prima volta. E i quattro membri degli U2 erano lì presenti.

Bono canta quel momento in “The Miracle (Of Joey Ramone),” la prima canzone di “Songs Of Innocence” , facendo sembrare questa un’esperienza religiosa: “Mi sono svegliato il momento in cui c’è stato il miracolo / Ho sentito una canzone che dava un senso al mondo”.

“The Miracle (Of Joey Ramone)” è anche l’incipit del Innocence & Experience Tour della band, che arriverà sabato al Madison Square Garden di New York per 8 notti nella città natale dei Ramones.

E’ stato l’impegno di Ramone nella musica, nonostante la sua semplicità, ciò che più ha impressionato Bono.

“Questo è stato molto importante in questi 25 anni”, scrisse nel 2001 sulla rivista Time per Ramone, che è morì a l’età di 49 anni, “perché improvvisamente l’immaginazione era l’unico ostacolo da superare. Chiunque potrebbe suonare quei quattro accordi … Devi essere in grado di sentirli più che in grado di toccarli. Improvvisamente, la comprensione è diventata la cosa più importante da raggiungere.”

O, come disse Adam Clayton nel suo discorso di introduzione quando il gruppo entrò nella “Rock & Roll Hall of Fame” nel 2005: “non conoscevamo il blues, il soul, l’ R&B, o il country, ma sapevamo che insieme avevamo l’opportunità di cambiare il mondo facendo rumore. Questo era il punk e ci salvò.”

bono-concert-07_0

Gli U2 sono generalmente visti come un gruppo punk. Ma loro sono nati durante l’era punk. Citano icone punk come The Clash e Patti Smith, così come i Ramones, come influenze primarie; nel tour in corso, sono stati inseriti vari snippet di “God Save The Queen” dei Sex Pistols e “Do You Remember Rock & Roll Radio?” Dei Ramones. all’interno delle proprie canzoni.

Guardando nel corso della loro carriera costantemente anticonformista, si potrebbe sostenere che essi non sono un gruppo punk, ma sono, in realtà, la band punk definitiva.

La nozione popolare del punk, naturalmente, è che si tratta di gruppi abrasivi e nichilisti (due qualità che non si adattano agli U2). Ma il punk non è solo questo. Si tratta di rimanere fedeli a se stessi, non importano le conseguenze, e non si lasciano influenzare dal giudizio degli altri o dalle proprie insicurezze o limitazioni artistiche che impediscano di dire ciò che è nella loro mente.

E gli U2, nel corso degli ultimi 35 anni ha fatto questo meglio di chiunque altro.

Anche se altri gruppi, in particolare, forse, i Coldplay, sono stati influenzati dalla loro musica, gli U2 non hanno mai realmente fatto parte di alcun movimento. Soprattutto la prima volta che sono emersi a livello internazionale nei primi anni ’80, non c’era nessuno come loro, completamente seri, portando valori religiosamente e politicamente forti. Poi, dopo essere diventati famosi nel mondo della musica, sono diventati “strani” e sperimentali nel ’90 con l’aggiunta di beat elettronici e riferimenti alla moderna cultura pop, rendendo i loro spettacoli enormemente artistici. (Ricordate il limone gigante di PopMart Tour 1997-1998?).

Un’altra cosa che differenzia gli U2 da altre band è l’unità del gruppo. Dal primo giorno, sono sempre stati Bono, Adam, The Edge e Larry, e tutti e quattro sono stati accreditati come co-autori. E’ senza precedenti nella storia del rock per una band che è in attività da così tanto tempo non aver mai subito cambiamenti all’interno di essi.

“Eravamo già una band prima di poter suonare”, ha dichiarato Bono. “Abbiamo formato il nostro gruppo attorno a un’idea di amicizia e di spirito condiviso.”

Questa filosofia è una lezione importante alle più giovani band di oggi, nessuno di loro potrebbe suonare 8 notti in due settimane al Madison Square Garden. È possibile fare qualche soldo imitando altre band di successo o arrivare per primi nelle classifiche radio. Ma è quasi impossibile costruire una carriera a lungo termine in questo modo.

Non è del tutto colpa di queste giovani band, naturalmente. Il rock non domina il mondo della musica popolare nella maniera nella quale lo faceva in passato: Pop, country e hip-hop sembrano offrire facili strade al successo commerciale. (come Taylor Swift, One Direction e Jason Aldean che stanno avendo più successo in questa estate nordamericana, benché sia certo che alcuni gruppi di rock, includendo ad AC/DC ed i Foo Fighters, nonostante tutto stanno riempendo grandi stadi e arene.)

Ma il primo passo, deve sempre essere la creazione di qualcosa di proprio, un suono, una sensibilità, un atteggiamento. Avere una lunga lista di successi aiuta, ma quello che è garantisce che un tour degli U2 sarà di successo è l’ originalità della band. Tenace, come nello stile punk, a volte odiosa ma, molto spesso, ispiratrice di originalità.

Fonte |  noticierou2

Tags: , , , , ,

UA-23020968-1