Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

U2 The Joshua Tree Tour 2017

Setlist, articoli, video e foto del tour celebrativo dei 30 anni di The Joshua Tree

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Songs of Innocence

Bono rivela i segreti di “Songs of Innocence”

Inserito da on settembre 10 – 13:49 | 1.073 visite

Gli U2 nella giornata di ieri hanno sorpreso il mondo con il rilascio del loro nuovo album “Songs of Innocence” durante l’evento della presentazione del nuovo Iphone 6 all’Apple Event. La band si è presentata sul palco, chiamata dall’amministratore delegato della Apple Tim Cook, ed ha eseguito in anteprima mondiale il nuovo singolo “The Miracle (of Joey Ramone).

Dopo la standing ovation per l’esibizione, Cook ha affermato: “non è il singolo più incredibile che avete sentito?, Ci piacerebbe l’intero album ora.”

Bono: “La domanda ora è: come facciamo a renderlo disponibile a più persone possibili?, Perché è quello che noi desideriamo.”Credo che lei abbia più di mezzo miliardo di iscritti a iTunes, potrebbe condividerlo con loro?

“Se lo facciamo gratuitamente” Replica Cook. E cinque secondi dopo, l’album è stato rilasciato gratuitamente a tutto il mondo.

“Volevamo fare un album molto personale”, ha detto Bono a Rolling Stone il giorno prima della conferenza stampa in un’intervista esclusiva. “Abbiamo provato a capire perché volevamo essere in una band, i rapporti di tutto il gruppo, le nostre amicizie, i nostri amanti, la nostra famiglia. L’intero album è improntato sui primi percorsi. Primi percorsi intesi in senso geografico, spirituale e sessuale; è stato difficile ma…ci siamo riusciti”

La band ha lavorato su Innocence per due anni con il produttore Danger Mouse, poi un ulteriore aiuto è arrivato da Flood, il loro collaboratore del 1987 in The Joshua Tree, e dai produttori di Adele Paul Epworth e Ryan Tedder. “Penso che avere intorno loro ci ha veramente aiutato”, dice Bono, “Molto della musica là fuori che ora la gente chiama pop, non è pop, è solo veramente grande musica e volevamo avere la disciplina dei Beatles e degli Stones negli anni Sessanta, quando si avevano vere e proprie canzoni, non c’è nulla da nascondere… pensieri chiari, melodie chiare.”

“Siamo tornati alle nostre radici”. Bono afferma che il gruppo ascoltava la musica che amava negli anni Settanta, dal punk rock a Bowie, dal glam rock a Joy Division. L’album prende il via con “The Miracle (di Joey Ramone),” una canzone pop saltellante cucita con accordi potenti decisamente punk. . “Ho trovato la mia voce attraverso Joey Ramone”, dice Bono, “perché non ero un cantante punk-rock, o addirittura rock,cantavo come una ragazza. Ed ho sentito Joey Ramone, che cantava come una ragazza. Da lì ho trovato la mia strada.

La canzone “This Is Where You Can Reach Me Now” è un omaggio ai The Clash. “Dopo aver visto The Clash, era una sorta di progetto obbligato per gli U2 “, dice Bono. “Sapevamo che non potevamo sperare di essere più freschi, infatti non lo siamo stati, ma abbiamo pensato di ottenere una sorta di giustizia sociale.”

C’è anche una canzone intensamente personale dedicata ancora una volta alla madre di Bono, Iris Hewson, che morì quando Paul aveva 14 anni “Ira e dolore mi seguono sempre, ma ho incanalato queste emozioni in musica. Ho pochissimi ricordi di mia madre, e ho messo alcuni di loro in una canzone chiamata ‘Iris’ “.

La canzone più gioiosa su Songs of Innocence è “California (There Is No End to Love),” che annuisce inaspettatamente ai Beach Boys nella sua introduzione. “E ‘come il sole stesso”, dice Bono. “E ‘ dedicata al nostro primo viaggio a Los Angeles.” La traccia più buia, viceversa, è “Raised by Wolves“, che racconta di un attentato mortale a Dublino. “E ‘stato un vero e proprio incidente che è accaduto nel nostro paese, dove tre autobombe sono state fatte saltare in aria a Dublino in una notte di Venerdì, alle 05:30,” dice Bono, “In qualsiasi altro Venerdì sarei stato al negozio di dischi, proprio lungo la curva dell’attentato, ma andai a scuola quel giorno.”

In “Songs of Innocence” si possono percepire i primi anni di Bono. C’è anche una traccia intitolata come il nome della strada dove il cantante è cresciuto, “Cedarwood Road.” E’ presente una coesione lirica che credo sia unica negli album degli U2.” Non voglio che questo sia un concept album ma le canzoni provengono da un luogo.”

https://www.youtube.com/watch?v=aVyxmpG-zgI&app=desktop

Fonte | rollingstone.com

Tags: , , , , ,

UA-23020968-1