U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » U2360GRADI [PINK]

In quale componente degli U2 vi riconoscete?

Inserito da on aprile 6 – 09:00 | 423 visite

Adoro gli U2 al completo, ognuno di loro è per me speciale ed unico nel suo genere.

Ammetto che quando ho iniziato ad ascoltare la loro musica non riuscivo a non identificare gli U2 nella figura di Bono. La sua voce mi catturava dall’inizio di un brano fino alla fine,così come guardando un video non riuscivo a togliere lo sguardo da lui, dai suoi gesti, dai movimenti che nessuno sapeva fare con lo stesso coinvolgimento, carisma, sensualità. Bono per me era tutto: era il leader di una band strepitosa, era un uomo affascinante che sapeva conquistare per l’aspetto e per ciò che comunicava con la sua musica. Era un uomo dai grandi ideali e cantava di uomini straordinari che hanno cambiato il corso della storia. Solo con il tempo ho iniziato a conoscere più approfonditamente gli altri incredibili personaggi che accompagnavano Bono.

Il secondo ad attirare la mia attenzione fu The Edge. Oltre ad apprezzare l’abilità con la chitarra, di lui avevo notato la bellezza della voce.  Van Diemen’s land mi lasciò a bocca aperta e con la pelle d’oca. Mi piaceva la sua capacità di fare da spalla a Bono, come se tra loro ci fosse un’intesa particolare, segno di una conoscenza reciproca molto profonda e sul palco quell’intesa si trasformava in un enorme successo.

Larry mi conquistò per la bellezza classica, impossibile da non notare. Di lui mi rimase impressa la passione per le Harley Davidson e per Elvis. Mi toccò molto la parte di Rattle and Hum in cui la band andò a visitare la casa di Elvis e l’emozione che lasciava trasparire il viso di Larry..si capiva l’importanza che aveva per lui quel momento, quella circostanza, proprio come lo è per qualsiasi fan che realizza il suo sogno più grande.

Adam è stato l’ultimo in ordine di tempo che ha colto la mia attenzione, non so perché, non c’è una ragione precisa. Di lui mi piace la disponibilità nei confronti di noi fans durante le date italiane del 360 Tour nel 2010. Quell’aria sempre molto gioviale e sorridente, mi ha letteralmente folgorata. Amo molto l’intesa che c’è sul palco tra lui e Larry, la potenza del suo basso che quasi non  mi aspetto di sentire alle prime note di ogni canzone. Al momento attuale non saprei dire in quale degli U2 mi identifico maggiormente..per tantissimi anni ho bramato di essere la versione femminile di Bono, mantenendo la riservatezza di The Edge, l’affidabilità di Larry ed il savoir fare di Adam.

Vorrei essere un po’ di ognuno di loro, perché insieme formano una band che è diventata una delle più grandi al mondo. Non è un caso che si siano trovati proprio loro e che abbiano raggiunto il successo insieme. Sono persone talentuose, che combinandosi nel modo opportuno hanno creato qualcosa di unico, di esplosivo e lo dimostrano ogni volta che ci regalano una nuova emozione in musica.

Tags: , , , , ,

UA-23020968-1