Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

U2 The Joshua Tree Tour 2017

Setlist, articoli, video e foto del tour celebrativo dei 30 anni di The Joshua Tree

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Approfondimenti, Tutte le news sugli U2

Come se fosse ieri…

Inserito da on marzo 8 – 19:51 Un commento | 49 visite

In North Side Story, il libro commissionato da Hot Press per gli abbonati U2.com 2014, Nick Stewart parla della sua personale playlist degli U2 che non può assolutamente mancare dal suo lettore musicale.

 

–  11 O’Clock Tick Tock

E ‘stata una notte piuttosto selvaggia a Dublino , quando ho visto la prima volta gli U2 nel gennaio 1980. The Edge ci va giù pesante con le note di 11 O’Clock Tick Tock. Riesco a vedere e sentire 34 anni dopo , come se fosse ieri. Non ero sicuro di quello che stavo guardando o semplicemente quanto grande poteva essere, ma sentivo che era una canzone destinata a diventare significativa. Certamente mi ha entusiasmato. La canzone è stata poi registrata da Martin Hannett ( Joy Division , A Certain Ratio & The Durutti Column ) a Strawberry Studios di Manchester e divenne il primo singolo della band sull’isola.

– I Will Follow

Ho sempre pensato che questo sarebbe stato un successo nel 1980, appena uscito. Aveva un sacco di marchi degli U2 – impennate di voce , chitarra potente , la sezione ritmica martellante.  Rimane uno dei momenti preferiti ai concerti.

– The Unforgettable Fire

La scelta di Brian Eno come produttore per questo album aveva fatto sollevare qualche sopracciglio alla Island Records , ma un album straordinario e innovativo ha portato gli U2 ad un nuovo livello. Ricoprendolo con un nuovo paesaggio sonoro di mistero e fantasia, Eno ha prodotto un nuovo standard di raffinatezza di scrittura, giocando con il dramma e la potenza della voce di Bono.

–  Pride (In The Name of Love) 

Non solo uno dei più grandi singoli degli U2 , ma una delle grandi performance vocali di tutti i tempi. Dopo questo nulla sembrava essere più la stessa cosa. Bono aveva raggiunto il grande gruppo di vocalist rock come Cocker , Stewart , Daltrey e Plant.

– Where the Streets Have No Name 

L’apertura di The Joshua Tree inizia con un synth, costruendo lentamente nel corso dei primi 45 secondi una ritmica martellante con Edge che inizia a insinuarsi a 1’10 “, la linea di basso di Adam spinge la canzone ad un nuovo livello A 1’47 “. La maggior parte dei singoli sarebbe già oltre la metà , invece Bono irrompe con ” I want to run, I want to hide “. Uno dei più grandi brani di apertura di qualsiasi album.

–  I Still Haven’t Found What I’m Looking For 

Con The Joshua Tree gli U2 hanno conquistato il mondo. L’album è pieno di grandi melodie come questa canzone e di idee favolose. The Joshua Tree è giustamente riconosciuto come uno dei più grandi album rock di tutti i tempi.

– When Love Comes To Town

Ho sempre ammirato il modo in cui la band stringe alleanze con grandi artisti. Non c’è niente di straordinario su questa traccia, ma mi piace l’interazione delle voci da Bono e BB King e poi la chitarre dello stesso BB King e The Edge.

– Who’s Gonna Ride Your Wild Horses

Achtung Baby è stato notoriamente descritto come il suono di quattro uomini che distruggono The Joshua Tree, questo era il suono dello schianto mentre cadeva a terra. La scelta della location di Berlino, l’album è stato registrato mentre il Muro stava per essere abbattuto, ha scatenato alcuni “cavalli selvaggi” in tutto questo album. Vedete ‘From The Sky Down’ , il documentario realizzato per la ristampa di Achtung Baby nel settembre 2011 , per uno sguardo affascinante sulla realizzazione dell’album.

– One 

Non è quello che ci si aspetta , il che lo rende ancor più misterioso. Era destinata a diventare un classico senza tempo.

– Love Is Blindness 

Un organo sepolcrale inizia la traccia finale di Achtung Baby e tutto è immerso disperazione e nell’oscurità. La chitarra di The Edge freme in un modo mai ascoltato prima. Uno delle grandi gemme del loro “catalogo”.

– The Wanderer (With Johnny Cash) 

Bono ha detto che doveva essere Johnny Cash a cantare questa canzone. Come risultato rimane una delle grandi opere degli U2, perché tutto sulla traccia è perfetto ed è uno dei miei pezzi preferiti degli U2 di tutti i tempi, così come Cash è uno dei miei eroi.

– Miss Sarajevo (Featuring Luciano Pavarotti) 

L’album dei Passengers rimane il grande album degli U2 non riconosciuto come tale. Questo brano magistrale, è stato sentito in tutto il mondo. La soffice voce di Bono non da alcuna idea del dramma che sta per arrivare. Quando Pavarotti fa il suo ingresso, il suono è tale da rendere gli uomini forti piangere ed è, insieme a The Wanderer, un’altra collaborazione eccezionale.

– Beautiful Day

Canzone fantastica, produzione stupenda, insieme a “Pride” è il loro più grande singolo. Giustamente, questo pezzo ferma il traffico e fa alzare il volume della radio.

– Kite 

Ho sempre creduto che questa canzone parli Bono e della perdita di suo padre ed è una delle canzoni più strazianti che la band abbia mai registrato. Questa canzone è quella a cui mi riferisco per dimostrare alle persone la potenza e la magia del songwriting e l’abilità nel suonare della band.

– City Of Blinding Lights

‘Atomic Bomb’ è un album degli U2 molto sottovalutato. Mi piace il suono atmosferico e onnicomprensivo di questa pezzo.
E’ una canzone che ascolto spesso come qualsiasi altro pezzo.

Tags: ,

UA-23020968-1