Approfondimenti

Articoli che raccontano il pensiero dei fan e analizzano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

U2 Innocence + Experience Tour

Setlist, articoli, video, e foto del tour a supporto di Songs Of Innocence

Songs Of Innocence

Tutto sull'album degli U2 pubblicato il 9 settembre 2014

U2360GRADI [PINK]

La rubrica tutta al femminile dedicata agli U2 scritta da Angela Barresi

Home » Approfondimenti

SPECIALE: Il basso di Adam per il 360° Tour

Inserito da on dicembre 24 – 16:20 | 1.202 visite

Il basso ” Warwick Adam Clayton Reverse Signature” usato da Adam per il Tour 360 è un vero e proprio eye-catcher per se stesso. Probabilmente avete notato questo basso, non solo nella sequenza di apertura degli spettacoli del 2010 con ” Return Of The Stingray guitar “, ma anche durante altre canzoni durante lo spettacolo.

Ma qual è la storia dietro a questo modello insolito? È stato personalizzato secondo le sollecitazioni di Adam? E’ una collaborazione tra un artista e un designer di strumenti?U2Tour.de” offre risposte a queste e ad altre domande simili attraverso il costruttore dello strumento stesso insieme alla società tedesca Warwick GmbH & KG Musica Equipment Co .

Warwick è stata fondata nel 1982 da Hans-Peter Wilfer, il cui padre era stato coinvolto in precedenza nella produzione di strumenti per decenni, e ottenuto molto successo e una profonda conoscenza nella creazione di chitarre Framus con la sua compagnia, che è stata fondata nel 1946, Framus è diventato una parte di Warwick). Usando la sua vasta esperienza in seno alla famiglia, Warwick è diventato rapidamente un enorme successo. Come nei primi anni ’80, Warwick ha costruito un modello di basso per John Entwistle, bassista dei The Who. Tra gli altri clienti Warwick compaiono anche: Jack Bruce (Cream), Robert Trujillo (Metallica) o Bootsy Collins. Originariamente iniziato con una gamma di tre modelli, Warwick ora offrire una vasta scelta di prodotti con più di 40 diversi bassi, chitarre e componenti. Per il 30° anniversario di Warwick lo scorso settembre, ha condotto un Open Day ed hanno partecipato molti artisti Framus. Adam Clayton era stato invitato, ma ha dovuto annullare all’ultimo momento la sua presenza, mentre era occupato con altri impegni.

Marcus Spangler è il product manager per il controllo della qualità di Warwick, così come progettista dello strumento. Ha iniziato a costruire chitarre in carpenteria dal padre in tenera età, e alla fine il suo hobby è diventato la sua professione. Ha lavorato per Warwick come product manager per cinque anni, ed è ora responsabile, tra gli altri ruoli, per i nuovi progetti, offre sostegno e consulenza ai clienti di Warwick. Nella seguente intervista ci dà un’ampia panoramica della sua collaborazione con Adam Clayton, e il campo di realizzazione dello strumento.

Come è stato lavorare in prima persona con Adam Clayton? Chi ha avvicinato chi?

Marcus Spangler: Adam fece delle ricerche sulla storia di John Entwistle, bassista dei The Who, che è stato un cliente di Warwick e ha avuto la sua propria “bass buzzard signature”. Ecco come Adam ha scoperto Warwick. Tuttavia, tutti gli strumenti che normalmente usa Adam sono completamente diversi da quelli fabbricati Warwick. Troverete differenze tra i tipi di legno e altre caratteristiche. Adam suona di solito con i classici bassi che sono stati utilizzati  negli anni 50 o 60. E non hanno davvero cambiato da allora. I bassi Warwick sono stati costantemente avanti e sono abbastanza moderni nella loro elettronica e microfoni!

Allora, come vi ha contattato?

Marcus Spangler: Dallas Schoo ha scritto al mio capo (Hans-Peter Wilfer, fondatore e CEO di Warwick) dicendo che Adam era appassionato di John Entwistle, e sarebbe interessato a provare un basso come quello usato da John Entwistle. Il mio capo, ovviamente, ha risposto con un “certamente!”. A quel tempo, stavano registrando l’album “No Line On The Horizon“. Gli strumenti sono stati inviati agli studi degli U2. E la cosa divertente è che Dallas ed Adam erano d’accordo di provare solo il basso Buzzard, ma il mio capo ha detto: “Beh, se si sta testando il basso Buzzard, allora, siamo in grado di inviargli anche tutti gli altri strumenti!.”Tanto su e giù, sono circa 15!. A quel punto furono recapitati ad Adam anche tutti gli atri bassi da provare. Dallas era solo ed Adam con the Edge in quel periodo erano in studio a registrare. Dallas ha dovuto configurare tutto da solo, pensava che ci fosse solo un basso Buzzard proveniente dalla Germania, che doveva essere messo a punto e poi tutto sarebbe stato pronto. Tuttavia, dopo 15 strumenti arrivati, naturalmente, Adam ha voluto testare ciascuno di essi. The Edge disse a Dallas di perfezionare quello e in quell’altro modo ecc… e poi Adam arrivò e disse che voleva provare l’altro… Di conseguenza, Dallas era costantemente in agitazione. Ha dovuto disfare ogni basso, il tono e regolare tutto nuovamente per Adam. E ‘stato un compito enorme. Dallas stava impazzendo!

Come ho detto, Adam suonava il “Buzzard Bass”. Lo ha anche usato per registrare una canzone dell’album, ma non mi ricordo esattamente quale. Comunque, dopo questo, l’interesse di Adam per Warwick si era rafforzato.
Poi Adam scrisse al mio capo dicendo che tutto andava bene, tuttavia, diceva che non si era ancora abituato a questo basso. Warwick ha chiesto se poteva costruire qualcosa come un Fender Jazz o Fender Precision. Beh, la risposta del mio capo era che: “Se Adam vuole suonare un Fender, dovevamo dargli un Fender, non ci sarebbero stati problemi per fargli ottenere ciò che voleva. Ma se si vuole suonare un Warwick, siamo felici di costruire un Warwick alla base delle sue esigenze. Ma non costruire un basso Fender.”

Beh, questo tipo di fiducia è certamente comprensibile?

Marcus Spangler: Sì, certo. Volevamo solo esser onesti e Adam ha detto che eravamo la prima azienda a reagire in quel modo. Altre società probabilmente avrebbe detto: “Beh, noi costruiremo quello che vuoi.” Ma abbiamo avuto il coraggio di dire “NO”. Penso che probabilmente lo ha colpito un po’ e poi abbiamo iniziato la nostra collaborazione. In primo luogo abbiamo lavorato su un modello Streamer utilizzando vari tipi di legno, ed abbiamo allungato un po’ il corpo. Tuttavia, questi cambiamenti sono stati scartati. Ad Adam è venuta l’idea di utilizzare il Stryker, gli piaceva molto, ma non ha avuto esattamente il suono che stavo cercando.

Come si è arrivati a sviluppare un nuovo modello?

Marcus Spangler: Gli Abbiamo chiesto se potevamo costruirgli un modello “signature” e ad Adam piaceva l’idea. È così che si arrivò a creare il basso “Adam Clayton Reverse“. Adam subito si avvicinò con una brillante idea di trasformare il basso, rovesciarlo per creare qualcosa di completamente nuovo. Tuttavia, non siamo riusciti a ricreare la sua idea al 100%.  Quindi, di conseguenza, abbiamo modificato anche il corpo. Iniziammo la creazione di disegni di base fino a quando abbiamo costruito un modello in compensato che era solo una tavola piatta. Questo esempio ha mostrato la forma di base e la grandezza, che consente di controllare la dimensione del modello. Questo è quello che inviammo ad Adam.

È possibile incorporare tutte le variabili tecniche dello strumento in seguito. Dapprima tutto è relativo alla costruzione di base, è per questo che hanno mandato i modelli, e per Adam era importante vedere lo strumento quando è in uso. Come ho detto prima, abbiamo inviato alcuni modelli, ha scelto un corpo, e ci si costruì il primo prototipo, che certamente si è dimostrato solido. Alcune cose ancora non erano abbastanza giuste per lui, così abbiamo provato con varie modifiche. La maggior parte del tempo si perde perché i musicisti non sanno esattamente il suono che stanno cercando. Non si può definire o dire: “Senti questa particolare costruzione del legno, compreso questo particolare microfono ed elettronica.” Semplicemente non funziona in questo modo. Tutto ciò che ascoltiamo viene percepito in modo diverso e ognuno ha gusti diversi. Adam poi disse:

“Mi piace questa caratteristica in questo modello, questa in quel modello …bisogna cercare di integrare tutto in un unico modello”.

Si comunicava direttamente con Adam?

Marcus Spangler: Molto presto, tutte le caratteristiche venivano testate con Stuart Morgan, assistente e allenatore di Adam. Poi abbiamo inviato il nostro primo prototipo a Stuart, e disse: “Guarda, questa parte qui non è buona, non come vuole Adam….” E poi, via a fare il modello successivo. Ecco come cresce lentamente. Cambiamo i microfoni, si invia il nuovo modello e le consultazioni, “Si prega di provare questo microfono. Cosa ne pensi, e cosa ne pensi dei controlli di tono?” Ecco come, passo dopo passo, un nuovo strumento è stato creato.

Quanto è durato il processo dall’idea iniziale alla costruzione finale?

Marcus Spangler: In totale, ci sono voluti circa un anno e mezzo fino a quando tutto era perfetto al 100%.

Così, l’intero processo ha avuto luogo durante e dopo le sessioni di registrazione di “No Line On The Horizon” e preparativi per il tour?

Marcus Spangler: Sì, è corretto. Dopo aver completato il modello, abbiamo creato diverse modifiche e diversi disegni con manopole. Alcuni fan, osservando il basso chiesero: “Che tipo di elettronica ha il basso di Adam,Cosa c’è dentro il basso?”. Ci sono diverse foto che mostrano Adam con il basso, a volte con quattro manopole, poi tre, poi con due, e poi, nella versione finale, il basso ha tre manopole di nuovo. Infine, abbiamo completato lo sviluppo e la produzione del basso nell’estate del 2009, proprio all’inizio del Tour a 360 °. Successivamente è venuto lui di persona nella nostra azienda.

Esattamente quando e ‘successo e come è andata?

Marcus Spangler: E ‘stato il giorno prima del concerto di Berlino (18 luglio 2009). Lo avevamo invitato diverse volte. Adam ha voluto visitare la nostra azienda e guardarsi intorno per vedere esattamente quello che facevamo. Gli mostrammo il nostro sito di produzione, abbiamo discusso alcune questioni, e poi gli abbiamo dato i primi strumenti.

E quando fu la prima volta che utilizzò la “Reverse” per la prima volta? Hai avuto l’opportunità di vedere la premiere?

Marcus Spangler: Appena il giorno dopo a Berlino. E ‘abbastanza inusuale per il fatto che i musicisti comunemente testano lo strumento la prima volta, e se non è perfetto al 100%, non ne fanno uso in pubblico. Solo quando tutto è perfetto lo suonano. Adam, però, ha voluto testare il basso immediatamente. E ci siamo stati a Berlino. Adam è venuto alla sala VIP prima dello spettacolo solo per Warwick, me e Jonas Hellborg (il nostro bassista Warwick) per parlare con noi. E ‘stato davvero incredibile a fare questo, anche perché finito lo spettacolo, di solito lasciano il palco e subito salgono in macchina e se ne vanno.

E’ stata l’unica possibilità che hai avuto di vedere il basso sul palco?

Marcus Spangler: No, Adam ci ha invitato al suo concerto a Francoforte, un anno dopo (10 agosto 2010). Ma abbiamo trovato un enorme ingorgo sulla strada. Abbiamo percorso tre chilometri dallo stadio per un’ora e mezza. E ‘stato davvero un disastro, perché non abbiamo potuto arrivare in tempo per parlare con Adam prima del concerto. Poi abbiamo ricevuto un messaggio dalla direzione dicendo di aspettare sulle scale che portano al palco. Ci hanno portato lì, gli U2 hanno lasciato il palcoscenico, e siamo stati con loro.

Vedere il basso in azione dal vivo in numerosi concerti, come il Tour U2 360° o vederlo nelle registrazioni deve essere davvero gratificante per voi’

Marcus Spangler: Sì, certo. Tuttavia, non solo io o il produttore di chitarre è stato coinvolto nella costruzione dello strumento, ma un intero team di produzione. E, naturalmente, queste persone sono molto motivate quando vedono un artista popolare che suona il nostro lavoro sul palcoscenico. Essere in grado di dire che eravamo parte del processo di fabbricazione, rende la gente orgogliosa.

Capisco completamente! Com’è lavorare con Adam? Come si fa a comunicare?

Marcus Spangler: il più della comunicazione era via e-mail, ma abbiamo parlato anche di tanto in tanto. Come ho detto prima, una volta ci ha fatto visita in Markneukirchen, e noi siamo andati a due concerti. Lavorare con Adam è veramente bello, perché sa esattamente quello che vuole. E’ faticoso, ma molto cordiale, per niente pretenzioso, davvero un bravo ragazzo. E ha anche un grande senso dell’umorismo. Abbiamo avuto una grande conversazione durante il nostro viaggio verso l’aeroporto, ci ha raccontato molte storie sulla sua vita di musicista. Certamente non ci annoiavamo.

Sarete in grado di continuare una collaborazione con Adam? Esiste un piano, ad esempio, sviluppare ulteriormente il “Reverse”?

Marcus Spangler: oggi non c’è niente in programma. Stiamo lavorando su un modello che è stato sviluppato appositamente per lui, un modello che riteniamo che gli piacerà. Stiamo vedendo se Adam è interessato a testare lo strumento. E se gli piace, saremo felici di lavorare a questo progetto insieme.

Fonte|Noticierou2

Traduzione a cura di U2360GRADI.IT

 

© E’ VIETATA LA RIPRODUZIONE DI QUESTA TRADUZIONE SIA TOTALE CHE PARZIALE

Tags:

UA-23020968-1