U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Approfondimenti, Tutte le news sugli U2

Il messaggio di Aung San Suu Kyi attraverso gli U2

Inserito da on marzo 18 – 00:15 | 1.648 visite

Durante le tappe del 360 Tour degli U2, l’attivista birmana Aung San Suu Kyi, premio nobel per la pace e dal 1991 prigioniero politico, ha ringraziato la band per il loro sostegno attraverso i video del palco. Aung ha fondato la lega nazionale per la democrazia e la sua lotta ha spesso sollevato le ire del governo militare della Birmania. Indimenticabili , durante i concerti degli U2, sono state le sue apparizioni sul video nei concerti di Winnipeg e Minneapolis, ed il significato delle sue parole sono state apprese in pieno dal pubblico. In alcuni concerti del 360Tour, gli U2 hanno invitato i fans ad indossare una maschera con la sua immagine, come gesto di solidarieta’ e come atto di protesta contro la volonta’ della dittatura militare su come far mantenere il suo silenzio. Troviamo chiare tracce nei testi delle canzoni della band, che indicano il loro supporto per Aung San Suu Kyi, specialmente in “All That You Can’t Leave Behind” del 2000. Alcune note ricordano l’attivista birmana agli arresti domiciliari dal 1989 e la canzone “Walk On” è dedicata a lei. In alcune performance dell’ “Elevation Tour” del 2001, Bono indossa sulla cinghia della sua chitarra un bottone con la sua foto ed anche nell’album “The Best of 1990-2000 & B-Sides” del 2002, c’è una foto del cantante che indossa una maglietta con il suo nome. “Walk On”, è molto influenzata da Aung, tanto che nel testo ci sono chiari riferimenti alla sua situazione: “un uccello canta in una gabbia aperta/che volera’, volera’ solo per la liberta’(Walk On). “I figli dei detenuti hanno che cosa vuol dire essere giovani uccelli svolazzanti, impotenti nel vedere i propri genitori  lontani da loro, rinchiusi in una gabbia.” Commenta Bono. ” Sanno che non ci sara’ alcuna sicurezza per le loro famiglie, finche’ la liberta’ di pensiero e di azione politica non saranno garantiti dalla legge dela paese della Birmania”. Abbiamo notato tutti noi il simbolo “3:33”, che appare molte volte durante i concerti degli U2; esso è un riferimento a Jeremiah: “chiamatemi e io vi rispondero’ e vi diro’ grandi cose, nascoste, che non avete mai conosciuto”. Credo che questo sia piu’ di un indizio su come gli U2 rappresentano Aung San Suu Kyi; lei ricorda il profeta germanico, che visse alla fine del settimo secolo D.C., un periodo drammatico politicamente che termina con la caduta di Gerusalemme nel 586. Jeremiah era un profeta piangente ma forte, senza paura. Egli combatte con la timidezza soprattutto  quando gli avversari minacciano la sua vita. Egli mette in dubbio la sua abilita’, ma non perde mai di vista il suo ruolo nominato divinamente. “Queste lacrime stanno andando da nesuna parte, bambino”, “Stuck In A Moment You Can’t Get Out Of”. Entrambi, Jeremiah e Aung San Suu Kyi, hanno annunciato un cambiamento politico tramite la propria costernazione, ma la conseguenza per entrambi è stata la reclusione. Anche se agli arresti domiciliari, Aung San Suu Kyi, ha portato la lega nazionale per la democrazia alla vittoria elettorale nel 1990, anche se la dittatura militare non ha permesso al nuovo governo di entrare in parlamento.

Fonte:U2 breaking news

Tags: , ,

UA-23020968-1