U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Extra, Tutte le news sugli U2

Intervista della FoxNews a Bono (traduzione – part 1)

Inserito da on dicembre 12 – 08:30 | 604 visite

Grazie alla nostra cara e preparatissima amica Elisa, siamo in grado di rilasciare quest’oggi l’intervista effettuata dalla FoxNews a Bono e pubblicata su YouTube.

Ne è vietata la riproduzione senza autorizzazione.

A voi l’intervista:

E’ probabilmente la più grande rock star del mondo, ma non è una delle tipiche rock star viziate. Sto parlando di Paul David Hewson, meglio conosciuto come Bono. Gli U2 hanno venduto più di 150 milioni di album e la scorsa estate diedero vita ad un tour che ha battuto ogni record mondiale, vendendo circa 7,2 milioni di biglietti per un totale di 736 milioni di dollari. Ma il frontman della band, Bono, non rientra nel cliché delle rock star viziate che credono che il mondo ruoti intorno a loro. Bono è un attivista che utilizza la sua celebrità per delle buone cause.
Co-fondatore della ONE Campaign, è sempre in prima linea nel diffondere la consapevolezza della lotta contro la fame e le malattie nei paesi più poveri come l’Africa. Recentemente, durante la giornata mondiale per la lotta all’AIDS, a Washington Bono ha lodato l’impegno dell’America nella lotta contro questa malattia mortale.

BONO: “Ora uscendo di qui tocca a tutti noi assicurare che l’esempio dell’impegno preso dagli Stati Uniti venga seguito da altre nazioni del mondo.”
Alicia Keys, e via satellite, gli ex-presidenti Clinton e G.W. Bush, hanno partecipato alla sensibilizzazione portata avanti da Bono. Il Presidente Obama ha promesso ulteriori 50 milioni di dollari per la prevenzione e per le cure dell’AIDS.

Giornalista: Insieme a Bono sono stato in Africa per vedere di persona come con poco si può fare una grande differenza. Ho chiesto a Bono come fa a mettere d’accordo Democratici e Repubblicani per questa causa quando a Washington non si mettono d’accordo mai su nulla.

BONO: “Sì, è incredibile. Anche durante l’ultima campagna elettorale americana, che non è stata delle più facili, so che c’è stata una decisione unanime di mettersi d’accordo. E’ una cosa troppo importante per stare a fare divisioni, sono cose che riguardano moltissime vite umane. Perché alla fine è una così piccola porzione di fondi da destinare a questa causa, credo meno dell’1% del budget del governo, e si possono aiutare milioni di vite umane; quindi in termini di investimento c’è un tornaconto positivo, non costa tanto quanto si pensa, ed ha un effetto enorme nello spiegare al mondo cinico cosa è capace di fare l’America”

Giornalista: A proposito di cinismo, la gente pensa sempre che tutti i soldi non vanno a finire dove dovrebbero. Come facciamo a sapere che i soldi donati vanno proprio a quelle persone?

BONO: “La corruzione uccide più dell’ HIV, AIDS, malaria e tubercolosi messi insieme. Noi non facciamo campagne se non possiamo verificare come vengono spesi i soldi. Uno dei motivi per cui io supporto RED e che se sospettiamo una corruzione pretendiamo la restituzione dei soldi e lasciamo il paese. Ci sono tante semplici cose che si possono fare con pochi soldi: reti da mettere sui letti contro le zanzare, garantire acqua potabile…per salvare molte vite umane. E’ un privilegio poter constatare cosa ha fatto l’America, io ne sono testimone. Sono stato negli ospedali e vedevo 3 o 4 persone per letto, 2 sopra, una sotto e una di fianco, una cosa da spezzare il cuore. Persone diagnosticate HIV positive e lasciate lì, senza cure. Adesso si vedono visi diversi, soprattutto personale medico ed infermieristico completamente diverse da prima, perché prima era cosa difficile poter curare questa gente, mentre ora grazie all’aiuto dell’America che ha fornito cure, questo ha fatto un’enorme differenza. Non costa quasi niente proteggere soprattutto bambini dalla zanzara anofele responsabili della malaria. Queste zanzare uccidono circa 2500 bambini al giorno ed è così semplice contrastare questa piaga.”

Giornalista: Tu vai di persona nel mondo, non ti limiti solo a prestare la tua immagine. Cos’è che ti ha spinto all’inizio, cosa è stato a toccarti il cuore?

BONO: “Non lo so, capisco che una rock star che porta avanti una campagna contro la povertà sembra piuttosto assurdo, sai, la rock star viziata. Io lo faccio solo perché è molto difficile avere attenzioni verso questi problemi, allora usiamo i riflettori che sono accesi su di noi per un vantaggio, perché la celebrità è una cosa un po’ ridicola, quindi tanto vale approfittarne per qualcosa di grande, non soltanto per avere un tavolo in un ristorante, che torna utile anche quello!”

Giornalista: Sicuramente, ma qualcosa dentro di te deve averti fatto provare un sentimento che ti ha spinto, sapere che c’è un bambino che sta morendo in questo momento in Africa, perché ha una importanza così per te come essere umano?

BONO: ” Non ho molta scelta, la globalizzazione ci ha fornito dei benefici e con essi una responsabilità. Benefici che devono riguardare molti, non solo alcuni. Dobbiamo porci delle domande esistenziali: come può essere tutto un incidente geografico? Se io sono nato qui e mi ammalo devo morire, mentre se sono nato lì e mi ammalo con due pillole al giorno mi curo? Mi sono posto delle domande sul sistema, e mentre mi trovavo negli USA mi sono rivolto alle comunità religiose, perché non si tratta di carità ma di giustizia, e ho letto le Scritture, si trovano circa 2000 riferimenti ai poveri e a come vengono trattati. Infatti Cristo giudica soltanto il modo in trattiamo i poveri del mondo. Il sacro valore della vita umana è profondamente radicato in me, e se ho la possibilità, anzi se noi come civiltà come comunità abbiamo la possibilità di seguire quei principi, allora dobbiamo farlo.”

(traduzione di Elisa)
Ecco il video dell’intervista:

 

® VIETATA LA RIPRODUZIONE

Tags: , , , , , ,

UA-23020968-1