U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » U2360GRADI [PINK]

Riflessioni di una Fan

Inserito da on novembre 4 – 09:00 | 561 visite

Voci discordanti circolano sul futuro degli U2 nelle ultme settimane. A dire il vero è dalla conclusione del 360 gradi tour che leggo notizie spesso contraddittorie circa la sorte non solo di Bono, ma di tutti noi. Una domanda mi tormenta e mi sconvolge allo stesso tempo: rimarrò orfana degli U2? Sentirò ancora la voce di Paul cantare una canzone inedita? Mi emozionerò per l’ennesimo capolavoro musicale uscito da una sorta di cilindro magico che solo quei quattro irlandesi sanno usare con grande maestria? Indubbiamente il lavoro che sta dietro all’uscita di un album e all’organizzazione di concerti in giro per tutto il pianeta è cosa stressante e fisicamente impegnativa per chiunque; credo sia qualcosa capace di esaurire ogni energia al punto da farti sentire privo di una sola buona idea, ispirazione o di qualunque altra cosa possa servire ad un artista per creare  dell’ottima musica. La verità è che noi fan degli U2 ci aspettiamo il meglio da loro; loro che non ci hanno mai deluso e che, da parte nostra, in segno di ringraziamento, li abbiamo portati nelle nostre vite come una seconda pelle; un vestito perfettamente aderente ad un corpo che cambia e si trasforma negli anni ma che non abbandona quella seconda pelle che cresce e si trasforma con lui.

Forse è giusto fermarsi un pò, riposarsi, raccogliere nuove idee ed aspettare di essere pronti per una nuova fase; questo vale non solo per un artista; ma per ognuno di noi, una volta giunti ad un punto cruciale del cammino, quando crediamo di aver dato tutto noi stessi per un progetto, per un “credo”, sia esso un sogno, un progetto futuro, una persona o una famiglia. Bisogna avere l’umiltà e la forza di capire che il reinventarsi è faticoso, richiede un grosso lavoro interiore che può voler dire anche azzerare ciò che si è stati, cambiare abitudini, stravolgere quelle piccole quotidianità che, se pur banali, ci danno sicurezza. Quasi sempre l’ispirazione giusta arriva quando meno te l’aspetti; quasi fosse per volere del fato l’essere lì in quel preciso momento, proprio quando sta per passare l’idea che ti cambierà nuovamente la vita e ti permetterà di passare alla fase successiva. Così deve essere accaduto anche agli U2 vent’anni fa, quando cercavano qualcosa di nuovo in un periodo di piena crisi e, quando meno credevano che sarebbe successo, è nata “One”, semplicemente un capolavoro.

A distanza di vent’anni, sembra che la crisi sia nuovamente in agguato, o meglio, sembra che sia arrivato il momento di fermarsi, prendere fiato e reinventarsi di nuovo per creare ancora qualcosa di musicalmente meraviglioso e che ci possa far scoprire per l’ennesima volta di essere innamorati della voce di Bono, delle parole, delle musiche e degli arrangiamenti che solo una band geniale ed innovativa como lora sa fare da sempre.

Egoisticamente mi chiedo che ne sarà di me nel frattempo; so che devo avere la pazienza di aspettare con fiducia che le radio suonino presto un nuovo singolo, ma allo stesso tempo vivrò con la consapevolezza che gli U2 sono parte di me e della mia storia, talmente radicati da non poterli cancellare se non stravolgendo ciò che sono dalle fondamenta, cosa oggettivamente impossibile. Per questo sono convinta che ad attendere me e tutti gli altri fan ci saranno nuovi momenti emozionanti; ancora una volta ci lasceremo sorprendere e conquistare da chi sa fare musica non solo innovativa, ma che, in primo luogo, nasce dal cuore ed arriva fino al nostro più intimo e profondo pensiero.

Non sarò mai orfana di una famiglia che crede profondamente nel potere della musica e che sa accogliere ogni singolo individuo con amore e passione.

L’ immagine che ho scelto per questo articolo è relativa all’ultimo concerto della band nella nella mia città: è così che voglio ricordarli fino al prossimo concerto, alla prossima avventura.

UA-23020968-1