U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Approfondimenti, Tutte le news sugli U2

Soul al titanio (Parte 4)

Inserito da on maggio 29 – 09:00 | 995 visite

Concludiamo la sezione riguardante questa ‘soul al titanio’ parlando, senza mezzi termini, di due grandissime canzoni.

 

All’improvviso un giorno lo scrittore Salman Rushdie apparve a Dublino e venne ospitato a casa di Bono per potersi rilassare in tutta libertà.
Lo scrittore stava scrivendo in bozza quello che sarebbe diventato “La terra sotto i suoi piedi”…vi dice niente il titolo?

Lo scrittore scrisse anche una sorta di testo per una canzone e chiese a Bono di metterlo in musica e come spesso accade in questi casi, si accese una scintilla.
Durante una pausa pranzo (siamo nel mezzo delle registrazioni per All that you can’t leave behind) Bono e Danny Lanois si trattennero in studio mentre gli altri si recarono a mangiare.

All’inizio era una semplice versione acustica chitarra e voce ma Lanois ci aggiunse della pedal steel guitar mentre Edge compose un riff supportato da una solida ma delicata sezione ritmica di Larry e Adam.
Insomma la canzone rischiò seriamente di finire sull’album anche se non convinceva il resto della band…così Bono la tenne da parte per il film ‘The million dollar hotel’.
Ed ecco The ground beneath her feet.
Edge, Adam e Larry ancora oggi vi assicuro che si stanno pentendo di non aver dato fiducia a quella canzone fino all’ultimo momento (la si trova comunque relegata a bonus track dell’album per l’UK).

 

|Tutta la mia vita l’ho adorata / La sua voce d’oro e il battito di bellezza / Come mi faceva sentire, come mi fece sentire vero / E la terra sotto i suoi piedi

|Ed ora non sono più sicuro di niente / Il nero è bianco ed il freddo è caldo / Perchè ciò che adoravo mi ha portato via l’amore

 

 

Dopo l’Elevation tour gli U2 erano davvero ‘gasati’ così si misero subito a lavoro per comporro nuovo materiale.
C’era una canzone appena abbozzata (probabilmente era solo un frammento, neanche una canzone) 2 anni prima che non era stata finita per All that you can’t leave behind: una canzone piuttosto elettrica.

La canzone prese corpo infine e uscì come singolo di lancio di U2: Best of 90-00: si, stiamo parlando di Electrical Storm.
La canzone parla di una coppia (Bono e Ali?) durante una notte estiva molto calda (da più punti di vista)…una notte dall’atmosfera elettrica.
Ma questa elettricità che si sente nell’aria di quella stanza in realtà è il riflesso di un clima mondiale molto teso dopo il nerissimo 11 settembre newyorkese.

Il video di questa canzone merita una citazione speciale perchè è un piccolo capolavoro di Anton Corbijn.
Interamente girato in bianco e nero sulle spiagge della Provenza, vede il nostro Larry come protagonista insieme ad un’affascinante sirena…
Il resto è tutto da vedere.

 

|Il mare si ingrossa come permaloso / E la notte soffre
Due amanti sono a letto senza lenzuola / Mentre il giorno sta arrivando

Nei giorni pioggia potremmo andare a nuotare / Nei giorni di pioggia potremmo nuotare nel suono

Tu sei nella mia mente in ogni istante / So che non è abbastanza
Se il cielo si può squarciare / Deve esserci il modo per tornare ad amare / E soltanto amare

 

 

 

 

Appuntamento a martedi prossimo solo su U2360GRADI.it!

Tags:

UA-23020968-1