U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » U2360GRADI [PINK]

Le canzoni senza tempo

Inserito da on maggio 25 – 09:00 | 1.130 visite

Cosa può nascere di bello dall’esplosione di una bomba? Nulla direi; nulla perchè da una bomba non nasce nulla, se non morte. Una settimana fa le pagine di facebook si sono trasformate in centinaia  di manifesti che riportavano lo sdegno per l’attentato ad una scuola pubblica del nostro paese, a ragazi che potevamo essere noi un pò di anni fa, o potevano essere i nostri figli, o perfetti sconosciuti, ma il dramma e lo sgomento non sarebbero stati meno unanimi di quanto non sia accaduto.

C’è un museo negli Stati Uniti dedicato alla pace; si trova a Chicago ed è stato meta degli U2 durante il tour dell’ ’83. Tra le varie sale del museo, la band rimase colpita da una mostra di dipinti dei sopravvissuti ad Hiroshima. La mostra si chiamava “The Unforgettable Fire”. Nessuno di loro quattro potè dimenticare quei disegni, perchè testimoniavano ciò che era rimasto di una città e dei suoi abitanti dopo l’esplosione della bomba atomica. Quasi per assurdo c’è un momento di pace assoluta prima di una catastrofe; anche solo pochim minuti prima di una strage, di un terremoto o di un atto di violenza regna il silenzio; fateci caso.

Bono canta The Unforgettable Fire senza fare riferimento diretto alla tragedia di Hiroshima, ma tutto l’album risente delle impressioni che lui ed il resto del gruppo provarono durante la visita al “Peace Museum” di Chicago. La potenza di questa canzone sta nell’essere eversibile e senza tempo, e per questo adattabile a mille drammi che sono accaduti nel mondo dopo la Seconda Guerra Mondiale, compreso il nostro, quello di sabato scorso.

Noi fan degli U2 rimaniamo travolti da quel fuoco che solo loro hanno catturato da immagini di orrore e trasformato in qualcosa che alimenta una passione, ce ti tiene sopseso tra realtà ed un ideale in cui si crede ciecamente.

Dopo ogni loro concerto ed esibizione mi ripeto che nessuno potrà mai essere alla loro stregua. Nessun cantante e band del passato o del presente potranno mai emozionare al punto da estasiare la mente e da far battere il cuore perchè ci si convince che non è ancora tutto perduto. Ci sono infatti ancora persone che vogliono la pace e che considerano la vita un bene inviolabile ed intoccabile, qualsiasi sia il credo politico o religioso; contro ogni forma di fanatismo o corruzione. The Unforgettable Fire voleva celebrare una città, Tokyo, rinata dopo la follia della guerra, ma, come capita per ogni canzone, sono le nostre esperienze personali a dare il tocco finale e a renderle piene delle nostre vite, dei ricprdi più forti a cui non rinunceremo mai.

Tags:

UA-23020968-1