U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » U2360GRADI [PINK]

Viaggio al cuore della Terra

Inserito da on marzo 9 – 09:00 | 591 visite

Prima o poi capita a ciascuno di noi di rimanere attratti dal fascino del mito americano. Capita proprio a tutti. Prima o poi, si raggiunge l’età in cui il desiderio di viaggiare arriva fino ad un continente scoperto da navigatori esperti, che per caso e per errore di calcolo, giunsero in quella che sarebbe diventata la terra di grandi Presidenti, della musica blues, della caccia all’oro e delle lotte per il rispetto dei diritti civili. Anche gli U2 approdarono in America e lo fecero con il cuore pieno di speranza di chi, a circa trent’anni, desiderava conquistare il mondo proprio partendo da un continente tanto bello quanto pieno di contraddizioni come quello americano. Di Rattle and Hum, oltre farne un album, venne girato anche un film, che rende splendidamente l’idea di cosa significhi per una band così giovane esibirsi in una realtà completamente diversa da quella a cui erano abituati; lontana dai pub dell’Irlanda, davanti a persone che ancora non conoscevano la loro storia, il loro attaccamento ad una terra molto più antica, più piccola e raccolta rispetto alle enormi distanze che separano le varie cittadine degli Stati Uniti. Autostrade enormi, deserto, palme e spiagge su cui splende un sole caldo che a Dublino si vede solo quando si è davvero fortunati e la stagione è un pò più calda del solito.

C’è un’immagine che non riesco a togliermi dalla mente quando penso a Ruttle and Hum, ed è quella di Bono e The Edge che stanno seduti sul promontorio a lato di un’autostrada nei pressi di Memphis. Giocano come ragazzini scivolando giù per quella collina da cui osservano il panorama; proprio come due amici che chiaccherano, ridono e riflettono mentre il mondo davanti a loro prosegue il suo corso con il suo solito ritmo e con centinaia di auto che seguono quella strada per una meta lontana. Memphis è la città di B.B King e soprattutto è la casa di Elvis, colui che da sempre è il mito di intere generazioni di adolescenti, Larry compreso. Elvis, la sua moto, i suoi film, per Larry sono leggenda, come lo sono per me gli U2, la loro musica e tutto ciò che sta dietro agli album ed alle loro vite di uomini straordinari. Un giovanissimo Larry parla di Elvis con lo stesso coinvolgimento e la stessa passione con cui i fan degli u2 parlano della loro band. Forse solo chi è capace di crearsi un mito, può capire cosa significhi diventarlo e quanto rispetto ed umiltà si debba avere per coloro che ne fanno modello di vita in ogni particolare.

Una canzone come “Hearthland” rappresenta il viaggio che Bono ed Adam intraprendono a bordo di un fuoristrada perchè annoiati dal lusso di Beverly Hills, da cui partono in direzione di New Orleans, alla scoperta delle radici dell’America per quelle stesse strade che ognuno di noi vorrebbe percorrere in stile “easy rider”. In Rattle and Hum vedo il tema del viaggio, della scoperta di luoghi che si impara a conoscere prima attraverso i libri ed i racconti, poi, quando la curiosità prende il sopravvento sull’ immaginazione; scegli una meta che più ti rappresenti e parti per il continente divenuto leggenda.

Credo che un meccanismo simile abbia portato gli U2 a scoprire il cuore di un paese di cui non si può che rimanere affascinati, dove si incontra realmente di tutto; dove coesistono musica blues e jazz e dove i cori gospel inneggiano al Signore con una versione completamente rivisitata di un pezzo che arriva direttamente dai cieli d’Irlanda.

Tags: , ,

UA-23020968-1