U2 The Joshua Tree Tour 2019

Setlist, articoli, video e foto del tour degli U2 in Oceania e Asia del 2019

Approfondimenti

Articoli che analizzano e raccontano la band, un tour, un progetto musicale extra U2, una collaborazione con altri artisti dal vivo, una canzone, una tematica, un album, e il pensiero dei fan

Songs of Experience

Tutte le notizie sull'album degli U2 pubblicato il primo dicembre 2017

U2 Experience + Innocence Tour

Setlist. articoli, video e foto del tour a supporto di Songs of Experience

Extra

Articoli su tutto quello che riguarda gli U2 NON a livello musicale (attivismo, ONE, (RED), impegno nel sociale, vita privata)

Home » Approfondimenti, Tutte le news sugli U2

Sarajevo e l’inno di protesta degli U2

Inserito da on novembre 1 – 09:00 | 2.356 visite

 

Sarajevo è forse l’unica città al mondo che ha nel suo centro ben quattro luoghi di preghiera: un luogo musulmano, due cristiani ed uno ebraico; tra l’altro a un centinaio di metri l’uno dall’altro.

Sarajevo è la capitale e la più grande città della Bosnia-Erzegovina. Conosciuta principalmente come scenario dell’attentato all’arciduca autriaco Francesco Ferdinando, la città ha ospitato, nel 1984, i XIV Giochi Olimpici Invernali e, tra il 1992 ed il 1995, ha sofferto l’assedio da parte delle forze serbo-bosniache durante la guerra di Bosnia.

In forma di protesta per la guerra in corso, è nata “Miss Sarajevo” che rappresenta l’unico singolo estratto dall’album del 1995 Original Soundtracks 1 in cui gli U2 e Brian Eno usano lo pseudonimo di Passengers.

Luciano Pavarotti canta la parte finale del brano. La canzone è inclusa nel greatest hits della band, “The Best of 1990-2000” e ne è stata fatta una cover da George Michael nell’album “Songs From The Last Century”. “Miss Sarajevo” è tratta dal film documentario omonimo di Bill Carter e parla di una reginetta di bellezza in un concorso in Jugoslavia, la cui vincitrice era la diciasettenne Inela Nagic. Nell’inverno del 1993 Carter si recò a Sarajevo per offrire aiuti umanitari, ma si trovò bloccato nel cuore del conflitto e fu costretto a vivere per sei mesi in un edificio semi distrutto sopravvivendo con poco cibo ed acqua. In seguito a questa esperienza, Carter contatttò gli U2 durante il loro Zoo  Tv Tour per mostrare alla gente ciò che stava accadendo nei paesi dell’Est e che i media stavano quasi ignorando. Con collegamenti satellitari di fortuna, Carter  riuscì a mostrare al pubblico dei concerti della band  gli aspetti della guerra. Il documentario nato da questo lavoro fu successivamente  prodotto da Bono.

“Miss Sarajevo” è una canzone di protesta contro il conflitto armato in Bosnia; in particolare viene criticato l’atteggiamento della Comunità Internazionale in quanto incapace di fermare le ostilità e di fornire aiuto alla popolazione locale.

Il video unisce filmati tratti dal documentario con il materiale preso dalle prime esibizioni dei Passengers nel 1995 in occasione del concerto “Pavarotti and Friends” a Modena. Una delle immagini più significative del video è quella in cui le partecipanti al concorso di bellezza mostrano uno striscione con su scritto. ” don’t let them kill us”. La stessa immagine è stata usata  dagli U2 per la copertina del singolo.

Tra le versioni live, segnaliamo quella registrata al concerto di Milano durante il Vertigo Tour. In questa occasione Bono dedica la canzone alle vittime degli attentati del 7 luglio 2005 a Londra e lo fa usando queste parole: “vogliamo dedicare la prossima canzone a quelle persone che hanno perso la loro vita a Londra, la scorsa settimana, e ai molti rimasti feriti oggi. Vorremmo trasformare questa canzone in una preghiera. La preghiera è che non diventiamo dei mostri per sconfiggere un mostro. Questa è la preghiera stasera”.

Ecco il video del concerto di Milano

Tags: ,

UA-23020968-1