News

Tutte le news più importanti per tenersi aggiornati sul mondo U2

U2 The Joshua Tree 2017
Rassegna Stampa

La rassegna delle migliori testate giornalistiche nazionali

Rumors

Tutte le notizie in circolazione in attesa di ufficialità

U2360GRADI [PINK]

La rubrica tutta al femminile dedicata agli U2 scritta da Angela Barresi

Home » News

Bono parla del prossimo singolo degli U2 ispirato da Eamon Dunphy

Inserito da on maggio 15 – 16:31 | 331 visite

Bono e Edge hanno salutato “l’eccezionale coraggio e il potere del movimento femminista” nel guidare la protesta contro l’amministrazione Trump negli Stati Uniti.

I due ne parlavano a Seattle la domenica sera prima che andassero sul palco per la prima notte del loro tour celebrativo di The Joshua Tree negli Stati Uniti.

Bono ha anche rivelato che il loro prossimo singolo – che potrebbe essere pubblicato non prima del prossimo anno – è stato direttamente ispirato dall’esperto sportivo Eamon Dunphy.

Eamon ha detto una bella cosa su di me una volta in un bar a Dublino! Lui ha detto “Bono, Ali è la parte migliore di te””

riferendosi a Ali Hewson, la moglie del cantante.

“Quindi la canzone è stata chiamata ‘You’re The Best Thing About Me’”.

Parlando di politica, Bono ha affermato che mentre le persone che hanno votato per Donald Trump sono “più che benvenute” ai loro spettacoli statunitensi, il presidente stesso non lo è.

“Vedo mia figlia con il pugno stretto e il cappello “Pussy Power” in una marcia delle donne e sono così orgogliosa di lei” dice Bono.

“Sono le donne che stanno davvero afferrando la protesta e il dissenso contro quello che sta succedendo ora e il movimento femminista deve essere riconosciuto e salutato per aver preso questo ruolo di primo piano”.

Edge critica la mancanza di una voce di protesta all’interno del mondo musicale di fronte ai cambiamenti politici degli ultimi 12-18 mesi, dicendo:

“La musica è molto cambiata nella sua risposta. L’unica connessione e l’unica risposta a ciò che sta accadendo proviene dal movimento delle donne – Loro ne hanno una visione e stanno facendo un importante lavoro di base”.

Una parte durante lo spettacolo della band per il 30° anniversario di The Joshua Tree è una successione visiva di volti di donne pionieristiche proiettate sullo schermo principale mentre la band esegue “Ultraviolet (Light My Way)”.

Grandi immagini di Mary Robinson, Countess Markievicz, Angela Davis, Poly Styrene, Caitlin Moran ed altre che attirano grandi applausi.

Pur confermando di non essere interessato a incontrare Donald Trump, Bono ha difeso il suo incontro con il vicepresidente Mike Pence a febbraio.

“A volte hai a che fare con persone che non ti guardano bene in una fotografia. Ho effettivamente perso amici oltre ad incontrare Mike Pence. Ma posso trattare con persone con convinzione. Anche se Mike Pence e io non abbiamo niente in comune.”

“Sono andato a parlare con lui per gli aiuti per l’AIDS in Africa. Lo vedevo come un mio dovere farlo” ha detto.

Il cantante ha detto di sentire i termini “di sinistra” e “di destra” ormai diventati un pò ridondanti a seguito della Brexit e di Trump.

“Le vecchie demarcazioni non hanno più senso. Dobbiamo capire meglio che la globalizzazione non funziona per tutti e il vecchio protezionismo scolastico non ne è la risposta – Né è un libero mercato senza restrizioni.”

“Abbiamo in particolare bisogno di capire perché è stato il 52% delle donne con un’istruzione universitaria ad aver votato per Trump nelle elezioni dello scorso anno”.

“C’è stata una scalata ostile del partito repubblicano – il partito di Lincoln – da parte di Donald Trump”.

 

 

Articolo scritto da (Bono says U2’s next single inspired by Eamon Dunphy)

Pubblicato su IrishTimes.com

Traduzione a cura di Daniela @daniDpVox

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto in evidenza by © Nick Didlick/Reuters

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

UA-23020968-1